homepage2homepage2homepage2homepage2homepage2homepage2homepage2

Il girone d'andata si chiude con due sconfitte

squadra serie c

1 febbraio 2020

Si chiude male il girone d’andata, per la Più Volley Effizient. Nelle due partite giocate a distanza di 24 ore l’una dall’altra (la prima era un anticipo dell’11. giornata, la seconda un recupero del 9° turno), le nostre ragazze rimediano altrettante sconfitte identiche nel punteggio (3-1) e per certi versi anche nel gioco. Sia a Pergine contro l’Alta Valsugana (25-15, 21-25, 25-15, 25-22) sia sul campo dell’SSV Bozen (25-16, 20-25, 25-18, 25-19), capitan Berantelli e compagne hanno perso male il primo set e vinto il secondo, per poi giocare altri due set dal finale amaro.

Nel quarto set in terra trentina c’è anche il rammarico di essere state avanti 22-20, con la prospettiva quindi di conquistare almeno un punto. Così non è stato e quindi, dopo il bel successo nel derby con il Neugries, sono arrivate tre sconfitte di fila (la terza con l’Argentario, sempre per 3-1) che hanno fatto piombare la nostra squadra a un passo dalla zona playout. “Lunedì alla ripresa degli allenamenti – commenta coach Paolo Bianchi – faremo una chiacchierata con le ragazze per fare il punto della situazione e analizzare le ultime prestazioni. Dobbiamo assolutamente ritrovare la verve e la voglia di lottare dei primi due terzi di andata. Nelle ultime partite ho visto troppa confusione in campo, in parte giustificabile dagli infortuni e dai conseguenti cambi di ruolo, ma adesso il periodo critico è passato e quindi dobbiamo ritrovare al più presto la compattezza delle prime giornate”. Anche perché, appunto, la classifica inizia a farsi preoccupante. All’ultimo posto che significa retrocessione diretta c’è il Neugries con 4 punti ma una partita in meno (contro l’Argentario), i due posti che portano ai playout sono occupati da Caldaro con 7 punti e Sopramonte con 8, gli stessi punti dell’Effizient che però ha un migliore quoziente set. Poco più sopra, a quota 9, si trova l’Argentario, dopodiché c’è un “buco” fino ai 16 punti dell’SSV Bozen, per cui è logico prevedere che a lottare per la permanenza in C – diretta o tramite playout – dovrebbero essere le squadre che oggi occupano gli ultimi cinque posti. “Nel ritorno dobbiamo cercare di fare punti su ogni campo. D’altronde nelle otto sconfitte fin qui rimediate siamo usciti solo due volte senza neanche un set all’attivo: contro la capolista Lavis e la vice C9. Questo vuole dire che possiamo giocarcela con chiunque, a patto ovviamente – conclude coach Bianchi – di mettere in campo la grinta e la concentrazione che le mie ragazze hanno dimostrato di possedere”.